I cinque passi per pubblicare il tuo sito web

Se si è completamente a digiuno in quanto a conoscenze informatiche ed è la prima volta che ci si trova di fronte alla necessità di dover sviluppare e pubblicare un sito web per la propria azienda, o per le proprie attività, vi potrebbe capitare di sentirvi un po’ spaesati e non capire bene dove muovervi.
Questo articolo vi guiderà, attraverso cinque semplici passi, nella comprensione di cosa è necessario fare, partendo da come ottenere il dominio per il vostro sito, fino alla scelta della modalità di sviluppo.

Prima di cominciare occorre fare una distinzione tra le offerte che si possono trovare in rete, e su questo stesso sito, che mettono a disposizione una piattaforma grazie alla quale è possibile creare da subito un sito web in maniera completamente gratuita (vedi WordPress, Wix, Weebly, ecc..), e l’utilizzo di un hosting, che, seppur a un costo annuale decisamente economico, è invece a pagamento.
Le prime, seppur ormai dispongano di strumenti molto avanzati che consentono di creare piccoli siti con una grafica dall’aspetto professionale, hanno comunque delle limitazioni, in primis per ciò che riguarda il nome del dominio: non avrete infatti mai un indirizzo completamente dedicato con un www.miosito.it, ma sarà un sottodominio come miosito.wordpress.com o miosito.wixsite.com. Inoltre avrete uno spazio web molto ridotto, le vostre pagine potrebbero essere circondate da annunci pubblicitari, e non potrete utilizzare plugin o intervenire sul codice. E, per di più, la piattaforma alla quale vi state appoggiando, a conti fatti, è la proprietaria del sito web che sviluppate. Ovviamente queste soluzioni hanno il vantaggio di consentire a chi non ha competenze web di sviluppare velocemente un sito, ma oggigiorno ci sono molte altre soluzioni per questo.
Utilizzando un hosting avrete invece la possibilità di registrare un dominio di proprietà che avrà il classico aspetto “www.miosito.it”, selezionare le risorse di cui avete bisogno, essere i proprietari sia del sito che del dominio, non avrete inserzioni pubblicitarie e avrete il pieno controllo di ciò che apparirà sulle vostre pagine.
In questa guida prenderemo in considerazione quest’ultima opzione, che è appunto il primo passo per creare il vostro sito web.
Dunque partiamo:

1. Acquisto di un piano di Hosting presso un Internet Service Provider (ISP)

La prima cosa da fare quando si decide di creare un sito è affidarrsi a un ISP.
Il mercato dell’hosting è ormai pieno di proposte e capire quale sia la migliore richiederebbe un articolo a parte, che sicuramente tratteremo in futuro, ma per ora ci occuperemo solo di capire a cosa serve.
Entrando nel sito del vostro ISP troverete molto facilmente come acquistare il piano che avete scelto. La procedura è tutta online. Vi basterà cliccare sul pulsante “acquista” e inserire i dati che vi saranno richiesti.
Terminata la procedura di registrazione, vi troverete in un istante con il vostro dominio già registrato e lo spazio web disponibile. Ovviamente riceverete via e-mail tutti i dettagli e i dati per accedere ai servizi.

 

2. Creazione caselle e-mail e gestione risorse

Una volta registrati con il vostro hosting provider, avrete a disposizione un pannello di controllo, grazie al quale potrete gestire le vostre risorse, creare caselle e-mail, utenti FTP, controllare lo spazio disco, ecc.. Ogni ISP ha un suo pannello di controllo che potrebbe differire rispetto ad altri.
La prima cosa da fare una volta preso confidenza con il pannello è creare le vostre caselle e-mail, selezionandone i nomi che andranno a completare l’indirizzo nomecasella@tuosito.it.
Fatto questo, non vi resterà che creare gli utenti FTP (vedi punto 4) e controllare tutti gli strumenti che potrebbero esservi utili nella gestione del vostro sito (database, CMS, eventuali sottodomini, ecc…).

 

3. Scelta dello strumento di sviluppo

Fino a poco più di un decennio fa, per sviluppare un sito web, non c’era altra soluzione che scrivere codice HTML, e/o, a seconda del caso, PHP. Oggi esistono molteplici strumenti per creare un sito web pur avendo poca o nulla dimestichezza con il codice. Si va dai più comuni CMS come WordPress, Joomla, Drupal, fino a software appositamente creati per permettere a sviluppatori alle prime armi di creare il loro sito web senza conoscere HTML.
Quindi, a te la scelta!

 

4. Caricamento dei contenuti del sito sull’hosting

Fin ora abbiamo parlato dell’hosting in maniera superficiale, senza definire cosa sia nell’effettivo, ma finalmente ora ci serve capire da dove vengono i siti che vediamo su Internet. Perché gli ISP non registrano solo il dominio e ci danno un pannello per creare le e-mail, ma hanno in gestione le macchine (server) sulle quali vengono caricati i siti web e che vengono poi “trasmessi” nella rete. Dunque, che creiamo il nostro sito in locale sul nostro PC di casa o che lo sviluppiamo direttamente da un’interfaccia su internet, ciò che conta è che i file del sito siano correttamente inseriti presso il disco del server del nostro ISP. Questo può essere fatto tramite il nostro account FTP, che ci consentirà di inviare i file e le cartelle dal nostro computer al server remoto, oppure, se stiamo utilizzando un pannello di un CMS quale WordPress, che gestisce il tutto direttamente sul server, ci basterà lavorare su questo per vedere pubblicate in tempo reale su Internet le modifiche effettuate. In tutti i casi, è comunque possibile lavorare in locale e trasferire successivamente i file sul server via FTP.

 

5. Gestione del tuo sito web online

Congratulazioni! A questo punto il tuo sito web è già visibile su Internet, ma non basta. Dovrai costantemente tenere monitorate le risorse, poiché se le superi il tuo ISP potrebbe oscurarti il sito, adottare tutte le misure di sicurezza per fare sì che il tuo sito non sia vulnerabile ad attacchi hacker o virus, e tenerlo sempre aggiornato. Informati anche su quali sono gli accorgimenti migliori per crescere di posizione su Google, per avere un sito veloce e navigabile, e fai in modo che sia compatibile con tutti i dispositivi presenti oggi, quali smartphone e tablet.
Avere un sito web è un’importante scorciatoia verso i tuoi visitatori o clienti. Tieniti sempre aggiornato sulle novità e segui i consigli che trovi su web.
Sii paziente e nel tempo il tuo sito aumenterà visitatori e crescerà assieme alle tue competenze.
Buona fortuna!

2019-03-31T23:30:05+02:00